27 gen 2015

Lavoro "nero" in discoteca Maxi multa ad agenzia di sicurezza per Buttafuori




Una maxi sanzione da 26mila euro e alcune contestazioni relative alla conservazione di alimenti e bevande.
E' il bilancio dei controlli effettuati sabato notte all'interno della Discoteca Cocò, in via Newton a Cagliari. Al lavoro gli uomini del Nucleo operativo Radiomobile della Compagnia di Cagliari, i colleghi del Nas, i militari del Nucleo ispettorato del lavoro e gli ispettori della Direzione territoriale del lavoro. Sotto i riflettori, in particolare, sono finiti i contratti di lavoro. Proprio in questo ambito - scrive l'Ansa - sono stati individuati sei lavoratori in nero dipendenti dell'impresa che gestisce i controlli di sicurezza della discoteca. Nei confronti della società è scattata la maxi sanzione da 26 mila euro e le è stato intimato di sospendere l'attività imprenditoriale. Sono emerse inoltre alcune lievi violazioni nell'ambito dell'idoneità delle condizioni igieniche per la conservazione di bevande e alimenti e le violazioni sono state contestate ai responsabili del locale.

29 ago 2014

Corso per Addetti ai Servizi di Controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo.

CORSO BUTTAFUORI

Ebesse con la collaborazione di EBA, agenzia formativa accreditata dalla Regione , organizza corsi exbuttafuori ossia ADDETTO AI SERVIZI DI CONTROLLO (EX BUTTAFUORI) a , Catania, Palermo, Messina, Reggio Calabria, rivolto al personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in esercizi pubblici. Per evitare gli eccessi che spesso si verificano da parte degli uomini della security dei locali, si è provveduto ad istituire un apposito albo professionale presso la prefettura aggiornato ogni due anni. L'articolo 3 del Decreto del Ministero dell'Interno 6 ottobre 2009 richiama il ruolo delle Regioni e Province Autonome nell'organizzazione dei corsi di formazione del personale addetto ai servizi di controllo, in attuazione da quanto disposto dalla legge 15 luglio 2009, n. 94. Sono previste sanzioni pecuniarie da € 1.500,00 a € 5.000,00 per gli abusivi. L'obiettivo dei corsi è quello di formare una figura professionale che abbia le conoscenze e le competenze pratiche e tecniche necessarie per svolgere i servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi. Requisiti:
 - Maggiore età; 
- Diploma di scuola media inferiore; 
- Per gli stranieri: buona conoscenza della lingua italiana orale e scritta, che consenta di partecipare attivamente al percorso formativo. Durata: 90 ore. Al termine del corso è previsto un esame finale per la verifica dell'apprendimento delle conoscenze e l'acquisizione delle competente tecnico professionali previste dal corso. Il conseguimento dell’attestato è subordinato alla frequenza di almeno il 90% del monte orario. Qualifica rilasciata: Attestato rilasciato della Regione , iscrizione all’Albo Prefettizio. Costo: 550 Euro  Programma: 
1) controlli preliminari 
2) controlli all'atto dell'accesso del pubblico 
3) controlli all'interno del locale 
Se interessato, a partecipare ai corsi Buttafuori a Torino, Genova......!


22 mag 2014

CHI E’ E COSA FA' IL PROFESSIONISTA ADDETTO AI SERVIZI DI CONTROLLO?


Agenzia di sicurezza Ebesse


Secondo la recente normativa (D.M. 06/10/09) l’addetto ai servizi di controllo è una nuova figura professionale in grado di svolgere controlli preliminari, controlli all’atto dell’accesso del pubblico ed inoltre controlli all’interno del locale.
Per tali ragioni in ciascuna Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo e’ istituito l’elenco del personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi anche a tutela dell’incolumità dei presenti.
QUALI SONO I SUOI REQUISITI?
1) maggiore età
2) buona salute fisica e mentale
3) non essere stati condannati, anche con sentenza non definitiva, per delitti non colposi
4) non essere sottoposti ne’ essere stati sottoposti a misure di prevenzione
5) diploma di scuola media inferiore (III media)
6) aver frequentato il corso di formazione autorizzato dalle Regioni
7) conoscenza della lingua italiana (per gli stranieri)
QUALI SONO LE SUE ATTIVITA’?
controlli preliminari:
• osservazione sommaria dei luoghi per verificare la presenza di eventuali sostanze illecite o oggetti proibiti, nonché di qualsiasi altro materiale che possa essere impropriamente utilizzato mettendo a rischio l’incolumità’ o la salute delle persone, con obbligo di immediata comunicazione alle Forze di polizia e alle altre Autorità o strutture pubbliche competenti;
• adozione di ogni iniziativa utile ad evitare che sia creato ostacolo o intralcio all’accessibilità’ delle vie di fuga e comunque a garantire il regolare svolgimento delle attività’ di intrattenimento;
controlli all’atto dell’accesso del pubblico:
• presidio degli ingressi dei luoghi e regolamentazione dei flussi di pubblico;
• verifica dell’eventuale possesso di un valido titolo di accesso qualora previsto e, nel caso di biglietto nominativo o di un’età minima prevista per l’accesso, verifica del documento di riconoscimento, e del rispetto delle disposizioni che regolano l’accesso;
• controllo sommario visivo delle persone, volto a verificare l’eventuale introduzione di sostanze illecite, oggetti proibiti o materiale che comunque possa essere pericoloso per la pubblica incolumità o la salute delle persone, con obbligo di immediata comunicazione alle Forze di polizia ed alle altre Autorità o strutture pubbliche competenti;
controlli all’interno del locale:
• attività’ generica di osservazione per la verifica del rispetto delle disposizioni, prescrizioni o regole di comportamento stabilite da soggetti pubblici o privati;
• concorso nelle procedure di primo intervento, che non comporti l’esercizio di pubbliche funzioni, né l’uso della forza o di altri mezzi di coazione o l’esposizione a profili di rischio, volto a prevenire o interrompere condotte o situazioni potenzialmente pericolose per l’incolumità o la salute delle persone. Resta fermo l’obbligo di immediata segnalazione alle Forze di polizia e alle altre Autorità o strutture pubbliche competenti, cui, a richiesta, deve essere prestata la massima collaborazione.
QUALI SONO GLI SBOCCHI PROFESSIONALI?
• Il corso si rivolge a giovani ed adulti di entrambi i sessi, che vogliono acquisire una qualifica ed una professionalità riconosciuta ; l’addetto ai servizi di controllo può prestare la sua attività lavorativa:
nei luoghi aperti al pubblico ove si effettuano attività di intrattenimento e di pubblico spettacolo;
nei pubblici esercizi;
negli spazi parzialmente e temporaneamente utilizzati a fini privati, ma comunque inseriti in luoghi aperti al pubblico.
• Il percorso formativo, rappresenta un importante opportunità anche per chi vuole solamente integrare la propria attività lavorativa principale.
PERCHE’ FREQUENTARE UN CORSO?
• Per ottenere un attestato legalmente autorizzato, finalizzato all’iscrizione nell’elenco del personale addetto ai servizi di controllo delle attività’ di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi anche a tutela dell’incolumità’ dei presenti, tenuto dalla Prefettura  – Ufficio Territoriale del Governo
• Per essere munito di un tesserino di riconoscimento con le seguenti caratteristiche:
colore giallo
dimensioni: 70 mm per 100 mm
dicitura “Assistenza” di colore rosso fluorescente
foto del professionista addetto al servizio di controllo
denominazione del locale
sul retro saranno riportati i seguenti dati:
nome
cognome
luogo e data di nascita dell’addetto al servizio
Prefettura
data e numero di iscrizione dell’elenco prefettizio
QUALI SONO LE SANZIONI CHE SARANNO APPLICATE?
• Chiunque svolge i servizi di controllo, disciplinati dal D.M 06/10/09, senza l’iscrizione nell’elenco della Prefettura è punito con la sanzione amministrativa da euro 1.500,00 a euro 5.000,00.
• Detta sanzione sarà applicata anche a coloro i quali impiegano, per le attività di controllo, soggetti diversi da quelli iscritti nell’elenco tenuto dal Prefetto o omette la preventiva comunicazione.
QUALI SONO I CONTENUTI DEL CORSO?
• area giuridica, con riguardo in particolare alla materia dell’ordine e della sicurezza pubblica, ai compiti delle Forze di polizia e delle polizie locali, alle disposizioni di legge e regolamentari che disciplinano le attività di intrattenimento di pubblico spettacolo e di pubblico esercizio;
• area tecnica, con particolare riguardo alla conoscenza delle disposizioni in materia di prevenzione degli incendi, di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, di nozioni di primo soccorso sanitario;
• area psicologico-sociale, in relazione alla comunicazione interpersonale, alle tecniche di mediazione dei conflitti ed alle tecniche di interposizione.
PERCHE’ SCEGLIERE IL NOSTRO CORSO?
• Per il metodo didattico-formativo originale e altamente innovativo, la cui efficacia è comprovata anche scientificamente
• Per l’esperienza e la professionalità dei nostri docenti
• Per la collocazione strategica della nostra struttura, comoda e facile da raggiungere
• Perché noi Ti offriamo tutto il relax, il comfort e la concentrazione necessari alla Tua formazione.

ISCRIVITI SUBITO!

12 mag 2014

Buttafuori non in regola

UN BUTTAFUORI PROFESSIONISTA DI EBESSE GROUP


Operazione della Polizia sull’esercizio abusivo dell’attività di “buttafuori” nelle discoteche, disco pub e noti locali della movida palermitana.

Al Velodromo, in occasione di una recente iniziativa, gli agenti hanno identificato 26 “assistenti allo spettacolo” risultati non iscritti nell’elenco prefettizio. Sono state loro imposte sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 100 mila euro.

La multa per i “buttafuori” abusivi, invece, è di oltre 1.600 euro. All’organizzatore dello spettacolo sono state contestate violazioni per oltre 43 mila euro.